Merkel: “Affankulo l’Europa”. Noi siamo nel caos e riparte la propaganda.

merkel vaccini

Sapete perché la campagna vaccinale rischia di fallire? Perché a gestire il nostro Paese ci sono degli incapaci. Non è colpa di nessun altro fuorché loro, ma arrivano addirittura a prendersela con il maltempo.

Alla fine anche i tedeschi sono un po’ italiani, magari c’è stata qualche commistione genetica sulle spiagge di Rimini nel corso di questi ultimi decenni, ma sta di fatto che Merkel e soci hanno fatto una gran paraculata: si è deciso di delegare l’acquisto dei vaccini alla Commissione Europea che, da brava mamma, ha fatto un po’ per uno. Purtroppo ha usato le regole europee e, quindi, ci sono stati figli prediletti e figli meno fortunati. Alla Germania sono toccate 150 mila dosi, a noi 9750.

Ma il vero problema è stato da chi comperare i vaccini, perché questo è un grosso business che non si può lasciare solo alla tedesca Biontech, bisogna accontentare anche il franzoso Macron. Quindi Ursula distribuisce gli acquisti tra Pfizer-Biontech (che già ha il vaccino pronto) e i francesi di Sanofi che però il vaccino ancora non ce l’hanno, nonostante il tempo extra concesso dalla EMA, l’Agenzia Europea per il Farmaco, che ha tenuto ferma l’autorizzazione al commercio del vaccino Pfizer più che ha potuto, ma poi è stata costretta a dare il via libera.

Insomma, Ursula compra un po’ da Pfizer, un po’ da Sanofi, ma proprio perché Sanofi inizierà a consegnare il suo vaccino nel 2022, le dosi fornite da mamma UE non bastano per tutti.

Allora i tedeschi, che sono furbi come un italiano, paraculi come un francese, spavaldi come uno spagnolo e via discorrendo… si comprano 30 milioni di dosi per conto loro, d’altronde mica possono farsi fregare così dal nanetto francese. Vaccinare la popolazione è l’unico modo per fermare l’epidemia, e prima raggiungi l’immunità di gregge, prima riparte l’economia, la scuola, le relazioni sociali: fare prima degli altri per i tedeschi significa anche mantenere il primato economico e l’egemonia in Europa.

Quindi la Merkel avrà avuto un italianissimo pensiero: “Affankulo l’Europa!”. La cosa più divertente è stata vedere quelli del PD incazzati neri che rischiavano di scoppiare in televisione perché non potevano dire nulla contro l’Europa (dove ci sono Sassoli e Gentiloni a negoziare un po’ di argent de poche per la prossima campagna elettorale) e nulla contro la Merkel che potrebbe anche invaderci da un momento all’altro.

Noi riceveremo meno dosi di vaccino, dobbiamo metterlo in conto, perché in Europa non contiamo niente, ma soprattutto quelle poche dosi che riceveremo non riusciremo a somministrarle in tempo perché il nostro “piano vaccinale” è un disastro.

Non abbiamo ancora le siringhe, non abbiamo medici e infermieri per inoculare i vaccini, non abbiamo neanche i fiori di Arcuri. Niente, non abbiamo niente, solo la propaganda di Casalino, che comanda a bacchetta i giornali.

Adesso la ricostruzione dei fatti è questa: “Avremo presto il vaccino, ma ci sono dei ritardi a causa del maltempo. Comunque gli Italiani sono tutti no-vax, quindi perderemo tempo per convincerli a vaccinarsi, visto che anche tra i medici e gli infermieri ci sono tanti che si oppongono al vaccino“.

Tradotto nel linguaggio della realtà: “Non avremo dosi di vaccino a sufficienza fino al 2022, quando sarà pronto quello di Sanofi. Se ci saranno ritardi è colpa di Arcuri e del Governo, ma butteranno la colpa addosso agli Italiani che non si vogliono vaccinare. Inoltre, se mancano medici ed infermieri, la colpa è di Arcuri che ha fatto il bando per l’assunzione che scade oggi, ma diremo che è colpa dei medici no-vax che farebbero meglio a cambiare lavoro”. Detta così fa un’altro effetto vero?

Si, è lo stesso effetto che fa quando entrate in un set televisivo, avete mai provato quella sensazione? Tu ti immagini un posto perfetto, pulito, bellissimo e quando entri trovi un gran disastro, cavi ovunque, mobili e fondali di cartone. Non è per niente una bella sensazione.

Ascolta il mio Podcast

Non perdere mai un episodio, iscriviti.

Ovunque ti piacciano i podcast:


Ultimi podcast pubblicati:


1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.