Gli Italiani sono razzisti?

Le piazze animate dalle sardine direbbero di si, così come i vari giornalisti o politici che si sono esibiti nella posizione classica della protesta statunitense, inginocchiandosi a favore di telecamera (Myrta Merlino, Laura Boldrini).

Iscriviti al mio canale Youtube

In realtà il razzismo contro il quale protestano queste piazze in Italia non esiste, ma si alimenta di un’indignazione posticcia che vorrebbe fare di casi isolati un fenomeno dilagante per condizionare l’opinione pubblica. Tra l’altro il caso in questione, l’omicidio di George Floyd, è accaduto in un paese molto diverso dall’Italia.

L’italia non è come gli Stati Uniti, da un punto di vista storico le discriminazioni su base razziale sono vietate per legge dalla caduta del fascismo, non sono un fatto recente. L’accoglienza è un tratto caratteristico del popolo italiano, proprio perché noi siamo un popolo di migranti.

Annunci

Tuttavia c’è un movimento che accomuna politici, giornalisti e presunti rappresentanti della società civile che sfida le leggi della fisica per creare un parallelismo tra il caso di George Floyd alla gestione del fenomeno migratorio in Italia: in sintesi, chi si oppone all’immigrazione incontrollata è un razzista e l’unica inclusione possibile è l’immigrazione indiscriminata e le sanatorie.

Ora, in tutto questo chi accusa gli italiani di razzismo è probabilmente la causa dell’indignazione degli italiani verso le ricadute sociali dell’immigrazione incontrollata. Perché a differenza di quanto pensano questi ipocriti, gli italiani non sono stupidi.

E’ notizia di qualche giorno fa che sulle coste libiche – lo ricordiamo per dovere di cronaca la Libia è stata destabilizzata nel 2011 proprio dai nostri cugini francesi con l’appoggio degli stati uniti di Barak Obama – sono in procinto di imbarcarsi oltre 20 mila migranti verso le nostre coste. 

Iscriviti al mio canale Youtube

Alla notizia è seguita la subitanea ripresa delle attività delle navi delle ong che si accingono a salvare i naufraghi. Ora, tutti sanno che il naufragio è un evento incerto ed imprevedibile, ma in questa immigrazione sembra sia una conseguenza programmata: una volta a bordo di queste navi nessuno può impedirne lo sbarco sul suolo italiano e, come ha imparato a sue spese Matteo Salvini, la magistratura è garante di questo principio.

I cittadini italiani ora si domandano se questo stato di cose sia accettabile, ancor più oggi che il Covid è arrivato in Africa e noi accettiamo tutti, ma noi non possiamo andare in Grecia o in Austria o addirittura dobbiamo rinchiuderci in gabbiotti di plexiglass per andare al mare.

In molti si domandano se questi migranti saranno mai ricollocati in Europa, visto che molti stati sono intenzionati a chiudere le frontiere agli italiani, figurarsi ai migranti africani provenienti dall’Italia.

Ciò significa che resteranno qui e che noi dovremo prendercene cura, come è giusto che sia. Ma a quale prezzo? Quale sarà il costo sociale di questa nuova ondata di immigrazione incontrollata?

Una cosa è certa, nessuno potrà lamentarsi per non essere accusato di essere un razzista.

1 Comment

  1. Siamo governati da una banda di parassiti con l’appoggio di un partito di traditori ( 5stelle) un presidente della repubblica che non esiste ma perché questo succede non se lo chiede mai nessuno? Perché il popolo che è il datore di lavoro di questi pseudo politici glielo lascia fare semplice!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.