Bibbiano: chi controlla il controllore?

Insediata la commissione di inchiesta regionale sul caso Bibbiano. Ovviamente sarà gestita dal Partito Democratico.

Il silenzio dei giornali e delle televisioni non è bastato a insabbiare lo scandalo degli affidi pilotati della Val D’Enza: la Regione Emilia Romagna è stata costretta ad istituire una commissione di inchiesta che dovrebbe avere – il condizionale è d’obbligo – il compito di fare luce su questa vicenda.

I dubbi sulla reale volontà del Partito Democratico di indagare su questo scandalo sono stati evidenziati dal capogruppo FI in consiglio regionale Andrea Galli, per il quale la composizione della commissione indica la vera priorità per il PD:

Si sono nominati LORO presidente e vicepresidenti in modo da gestire questo delicatissimo argomento in campagna elettorale; sarà una gestione seria? Può essere ma nel dubbio hanno preferito non eleggere nessuno del Centrodestra; non Forza Italia, non Lega, non Fratelli d’Italia.

Andrea Galli

Tra l’altro, senza la proposta della Lega, la commissione non si sarebbe mai costituita e l’esclusione del centrodestra dall’ufficio di presidenza risponde alla vecchia logica ben riassunta dall’adagio “i panni sporchi si lavano in casa“.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.