Lettera aperta al Sindaco di Licata Angelo Cambiano.

Gareggia_CambianoCaro collega,

ho sentito il desiderio di scriverti questa lettera per testimoniarti la mia vicinanza e solidarietà.

Io ho avuto l’onore di essere il sindaco di Cannara, un piccolo paese in provincia di Perugia e, come te, il 29 maggio scorso sono stato sfiduciato dalla mia maggioranza che, in pieno accordo con l’opposizione, ha disertato la seduta per l’approvazione del bilancio di previsione.

Questa è stata la ritorsione per essermi rifiutato di svendere i miei concittadini per compiacere un ristretto gruppo di politici di carriera, più attenti alla conservazione del potere che al bene della collettività.

Le nostre storie sono simili e testimoniano la grande difficoltà cui sono sottoposti i sindaci che si ribellano al sistema, che non accettano il compromesso, che svolgono il proprio ruolo con passione e al servizio dei cittadini.

Si rischia di dire ovvietà, ma non dobbiamo arrenderci. I cittadini meritano ancora il nostro impegno e la nostra passione: rifiutarsi di essere accondiscendenti con questo sistema è l’unico modo per salvare il nostro Paese. Non servono norme contro la corruzione, non servono i controlli, non serve l’indignazione. Oggi l’unica soluzione è una rivoluzione etica che può nascere solo dall’esempio di chi è chiamato a rappresentare le Istituzioni ormai intrise di rapporti torbidi e interessi economici e personali.

Adesso tenteranno di screditarti, di gettarti fango addosso. Attaccheranno la tua famiglia, la tua attività professionale, i tuoi amici. Il sistema è così: chi si ribella merita la morte civile.

Dobbiamo resistere e continuare a lottare per il bene comune, c’è tanta gente onesta e perbene che non merita di essere abbandonata.

Un abbraccio.

Avv. Fabrizio Gareggia

1 Comment

  1. Caro Fabrizio, sono il collega Antonio Meli del foro di Caltanissetta, ho apprezzato molto da siculo la tua lettera di sfogo e sostegno al sindaco di Licata, lettera che può essere estesa a tutti i sindaci d’Italia che come te e il corregionale si trovano a operare tra una marmaglia di farabutti. Un plauso ab imo pectore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.